18 ott
Torna Indietro

Salerno e San Matteo: unione indissolubile

Circa un mese fa Salerno si apprestava a vivere come ogni anno il suo giorno di festa, una festa che pianta le sue radici millenarie nella fede cattolica e nell'autentica storia medievale della città. Nei secoli alla fede si è sommato il carattere popolare e tradizionale.

Così Il 21 settembre, San Matteo, è diventato il giorno dei Salernitani che si ritrovano davanti la processione delle sei paranze di San Gaio, Sant'Ante, San Fortunato, San Gregorio VII, San Giuseppe e per l'appunto San Matteo.

 

Prima di rientrare al Duomo la città saluta le statue simbolo di fede e di storia cittadina, ed è un momento di festa ed aggregazione che negli ultimi anni coinvolge sempre più turisti che ospiti delle strutture ricettive si ritrovano immersi e sorpresi nei festeggiamenti del Santo Patrono, e rientrati ai loro paesi di origine raccontano del 21 settembre come un giorno indimenticabile, per loro ed ovviamente anche per tutti noi Salernitani.